Tuscia Gastronomia

Castello Santa Maria

Castello Santa Maria

Gastronomia a Civitella d'Agliano

Il Castello Santa Maria fu nel 1400 eremo dei Camaldolesi e nel 1600 fu ampliato ad opera della "Congregazione dei Servi di Maria". Oggi è una dimora ...

A partire da
€ 80

Prezzo massimo

€ 145

Tenuta La Vita

Tenuta La Vita

Gastronomia a Caprarola

Un lago, i monti, una regione storica: dalla tenuta agricola tradizionale di nonno Giuseppe, la signora Maria ha creato la Tenuta La Vita, in località ...

A partire da
€ 76

Prezzo massimo

€ 170

Agriturismo Settimo Cielo

Agriturismo Settimo Cielo

Gastronomia a Lubriano

L'agriturismo Settimo Cielo, in località Santa Caterina di Lubriano, si compone di tre casali. Presso l'agriturismo Settimo Cielo avrete la possibilit ...

A partire da
€ 90

Tenuta di Ferento

Tenuta di Ferento

Gastronomia a Viterbo

La Tenuta di Ferento si presenta come un immenso spazio verde fino all'orizzonte. Un'oasi di piacere dove si può passeggiare, prendere il sole, nuotar ...

Villa Meonia

Villa Meonia

Gastronomia a Bomarzo

Villa Meonia è inserita nell'incantevole oasi naturale e biologica "Colle Valle" a Bomarzo. E' circondata da un ampio parco che la avvolge nella sua ...

Domus La Quercia

Domus La Quercia

Gastronomia a Viterbo

Domus La Quercia (Viterbo) ha scelto di promuovere i prodotti, i sapori e le tradizioni del territorio, una cultura del cibo legata alla storia ed ...

Palazzo Monaldeschi

Palazzo Monaldeschi

Gastronomia a Lubriano

Il Palazzo dei Monaldeschi della Cervara è una dimora storica italiana situata nel cuore della Tuscia e risalente al XVII secolo. Palazzo Monaldeschi ...

Villa Antonelli

Villa Antonelli

Gastronomia a Caprarola

Villa Antonelli, aperta tutto l'anno, vi offre un' accoglienza raffinate e di classe per un sereno soggiorno a Caprarola, nella suggestiva cornice ...

La Rosa dei Venti

La Rosa dei Venti

Gastronomia a Nepi

L'Agriturismo La Rosa dei Venti, immerso nella natura, tra i pascoli e boschi della Tuscia, a un passo da Nepi, Calcata, Castel Sant'Elia e Mazzano, è ...

Tenuta di Santa Lucia

Tenuta di Santa Lucia

Gastronomia a Soriano nel Cimino

La tenuta di Santa Lucia sorge a Soriano nel Cimino, nel cuore della Tuscia, in un luogo ricco di storia e di bellezze da scoprire. L’azienda è princi ...

I due casali

I due casali

Gastronomia a Vetralla

L'Azienda Agrituristica I due casali vi offre la possibilità di un magnifico soggiorno di qualità e cortesia a Vetralla, nella Tuscia. Presso il risto ...

Casali della Panunta

Casali della Panunta

Gastronomia a Soriano nel Cimino

Gli appartamenti dell'agriturismo Casali della Panunta, ristrutturati in pietra antica e circondati da ettari di verde, si trovano a Soriano nel Cimin ...

Villa Arzilla

Villa Arzilla

Gastronomia a Vitorchiano

Villa Arzilla sorge a Vitorchiano, nelle verdi colline della Tuscia Romana. Villa Arzilla dispone di piscina attrezzata con sedie a sdraio, tavoli ed ...

Tuscia Gastronomia

 

Come con grande entusiasmo i turisti vengono a scoprire le meraviglie della Tuscia, altrettanto potranno scoprire quelle che sono le delizie gastronomiche del territorio. La nebbia sale dalle acque del lago di Bolsena e svela ai turisti che arrivano dal bordo del cratere vulcanico, traversando le lande più a nord della regione, il paesaggio di un Lazio tutto da scoprire. Le piccole isole, le boscaglie, i borghi arroccati su rocce tufacee e le barche dei pescatori con lereti stese ad asciugare e le nasse per le anguille sui moli. Dai ristoranti del lungo lago, poi, arriva il profumo del pesce arrostito. Ecco, è questo contatto olfattivo, insolito diverso dagli stereotipi che vorrebbero limitare l’offerta a porchetta e vino (peraltro ottimi) ad aprire la strada della scoperta gastronomica della Tuscia.

Le regole della tradizione sono quelle di una cucina povera fatti di elementi gustosi e nutrienti. Base dell’alimentazione quotidiana dei viterbesi era un piatto unico: prevalevano le zuppe di verdure, arricchite, quando la condizione economica lo consentiva, da baccalà o uova. Questa fu l’origine della famosa acquacotta, fatta di pane raffermo, verdure selvatiche, mentuccia e olio d’oliva. Ma il repertorio comprende anche zuppe di ceci e castagne, fagioli e di fave fresche dette scafate e molte altre…

Fra i secondi predominano il pollo e il coniglio, ma anche molto utilizzati sono il maiale e agnello. Tra i secondi a base di pesce ci sono le varietà del lago come, tinca, lattarini e anguille, da gustare nei vari ristoranti del luogo accompagnate dalle verdure, patate con funghi porcini, fritto misto viterbese e frittelle di boragine e broccoli. Tra i formaggi impera il pecorino.

Eccellenti i dolci della tradizione come il pangiallo e il pane del vescovo tipicamente natalizi. Prodotti tipici del territorio sono le nocciole e le castagne dei Monti Cimino e Vallerano, l’olio (notevole a Vetralla e Canino), e gli eccellenti vini della regione partendo da Est con Montefiascone, passando per i doc di Vignanello e di Gradoli.

Nel Lazio mangiare bene è una vera arte raffinata, dove vengono esaltate i migliori talenti culinari, curando li dove possibile l’utilizzo delle materie organiche. E con questo “BUON APPETITO“.

 

Gastronomia Tuscia